Sito Ufficiale dell'Associazione "Tegnue di Chioggia" - ONLUS
 
   
 
 
 
 

3 dicembre 2010
Hotel "Le Tegnue"
- Chioggia (Ve)



Regione Veneto

Presidente - Piero Mescalchin
Siamo al fine dell’ottavo anno dalla fondazione della nostra Associazione, un anno non privo di avvenimenti non tutti positivi, ma vale il detto: è bene tutto quello che finisce bene.
Il 2009 è iniziato con grandi aspettative dovute al finanziamento concesso dalla Regione Veneto a favore del Comune di Chioggia per la valorizzazione delle Tegnùe.

La nostra Associazione presentava un ambizioso progetto che prevedeva l’opportunità di continuare le attività intraprese e altre atte a valorizzare ancora di più l’area delle Tegnùe di Chioggia creando nuovo interesse sia nel campo subacqueo che in quello della ricerca.
Purtroppo però il Comune di Chioggia si è preso un lungo periodo di riflessione che ci ha costretto a sospendere le attività in mare e a togliere le boe di ormeggio per motivi di sicurezza; mancavano all’Associazione i necessari fondi per la manutenzione e le stesse necessitavano di essere radicalmente modificate per rendere sicura l’immersione sotto di esse.
Fortunatamente la situazione in seguito si è sbloccata e di comune accordo con l’amministrazione si è tornati a lavorare sulla base del nostro progetto che qui vi riassumo:

SEDE
La sede è prevista nella costruzione accanto al Museo Civico di Chioggia, già sede di una mostra fotografica e di pittura sulle Tegnue di Chioggia  http://www.tegnue.it/Fotoshow/2008%20-%20Mostra%20pittura%20e%20fotografia%20-%20Museo%20Civico%20-%20Chioggia%20(Ve)/index.html 

 


NUOVA SCANSIONE TRIDIMENSIONALE
Già realizzata in questi giorni la nuova scansione tridimensionale dell’area maggiore per migliorare la qualità del precedente rilievo side-scan sonar, operando con banda di frequenza più che doppia (500 kHz o maggiore) e su range inferiori (50-75 m/canale), in modo da ottenere una scansione degli affioramenti in Area 1 della ZTB con una risoluzione di circa 0,5 m; (la precedente era di 1 m nel 2001).

In tal modo il risultato sarà una risoluzione del dato acustico in 2D (side-scan sonar) molto più vicina a quello in 3D (multibeam), impiegandolo come sfondo su cui proiettare i dati batimetrici per realizzare mappe tridimensionali delle tegnùe e filmati di un “volo” virtuale sugli affioramenti stessi, con un impatto dal punto di vista divulgativo molto più efficace di quanto ottenuto sinora.

La nuova restituzione grafica potrà anche avere ricadute significative per una migliore comprensione di questo ambiente, sia in termini generali (es. origini) che particolari (ad es. eventuali presenze di materiali di origine antropica)


Nave oceanografica Astrea
Video: Si riparte
http://www.vimeo.com/27900654

La restituzione grafica 3D del fondo darà la possibilità di una ispezione sistematica di tutta la zona con mezzi meccanici prima (ROV) e immersioni mirate poi. Si potranno segnalare nuovi punti di immersione per un ulteriore sviluppo dell’attività subacquea, l’eventuale localizzazione di reperti archeologici, la scoperta di nuove specie di fauna bentonica. La restituzione tridimensionale del fondo (a volo di uccello) sarà anche utilizzata per un video scientifico e la preparazione di mappe dettagliate dei percorsi subacquei.

ISPEZIONE SUBACQUEA DEL FONDO
ROV (robot subacqueo) per preventiva ispezione meccanica del fondo per ottimizzare un successivo intervento di subacquee.

Data la vastità della zona della ZTB (circa 25 Kmq) con una profondità media di 25 metri, con cartografia dettagliata del fondo, è necessaria una preventiva ispezione meccanica attraverso un ROV che riporti in superficie le immagini del fondale.
La documentazione raccolta darà la possibilità di valutare eventuali immersioni mirate, sia alla individuazione di nuovi siti di interesse ludico/scientifico, sia di evidenziare zone particolarmente deturpate da reti abbandonate da pescherecci per una successiva bonifica.

COMUNICATORI SUBACQUEI
Per un dialogo dalla superficie con il subacqueo in immersione e tra subacqueo e subacqueo, sono previsti dei comunicatori parla/ascolta. La stessa attrezzatura è utile anche per immersioni didattiche nella quali l’istruttore/biologo può dialogare in immersione con eventuali allievi e contemporaneamente essere seguito dalla superficie.

 

OPERATORI PER L’UTILIZZO DI  ROV E COMUNICATORI
Preparazione di operatori con specifica capacità  per l'utilizzo delle attrezzature a bordo dell'imbarcazione quali il ROV e i comunicatori subacquei, per fornire assistenza ai gruppi di ricerca e la programmazione di eventuali interventi alle boe di attracco e alle mede di segnalazione dell'area.

OPERATORI VIDEO E FOTOGRAFICI
Sarà istituito un corso per preparare i subacquei all'uso specifico di attrezzature fotografiche e video già in dotazione. E' in  programma la produzione di un video in alta risoluzione a livello scientifico e l'implementazione dell'archivio fotografico.

IMBARCAZIONE
L’imbarcazione, tenuta alla darsena "Marina del Sole", verrà utilizzata per molteplici operazioni: la ricerca scientifica, la manutenzione ordinaria alle boe di ormeggio e alle mede di delimitazione della ZTB,  operazioni di bonifica e di ricerca ½ ROV, la manutenzione ai percorsi subacquei.


Imbarcazione 7,5 mt con verricello di poppa
Varo "Tegnue I"
http://www.vimeo.com/28477592

ATTREZZATURA SUBACQUEA
Compressore con un mixer per la ricarica Nitrox – bombole – granfacciali per la comunicazione con la superficie e tra sub e sub – la possibilità di mandare in superficie immagini dal fondo da telecamera e macchina fotografica - palloni sollevamento per opere di bonifica.
E’ prevista la manutenzione ordinaria delle boe di segnalazione degli ormeggi e delle Mede di delimitazione dell’Area maggiore della ZTB attraverso azioni di subacquei volontari che aderiscono all’Associazione. Allo scopo l’imbarcazione è stata attrezzata con la gru a poppa.

Si intende agevolare gruppi di ricerca di vari istituti mettendo a disposizione l’attrezzatura primaria (bombole e ricariche). Molte zone sono deturpate da reti abbandonate e altra spazzatura; è prevista un'opera di bonifica con l’ausilio di palloni da sollevamento.
Data la relativamente bassa profondità della zona e per evitare danni da decompressione è consigliato l’uso di aria arricchita di ossigeno (Nitrox). Si otterrà maggior sicurezza e la possibilità di  una prolungata permanenza sul fondo. 

BOE DI ORMEGGIO
Le boe di ormeggio verranno riposizionate nei primi giorni del nuovo anno.
Si è provveduto ad una nuova sistemazione delle boe di ormeggio, innanzitutto per garantire l’incolumità dei sommozzatori che sotto di esse si immergono. Nella riprogettazione si è provveduto a ridurre il costo unitario a corpo date le serie probabilità di perdita dovute principalmente a collisioni con pescherecci in azioni di pesca.


Nuove Boe di ormeggio

PERCORSI SUBACQUEI
E’ prevista la creazione di squadre composte da subacquei dei vari club che hanno dato il loro nome alle boe perché provvedano alla manutenzione  dei percorsi con l'imbarcazione in dotazione all'Associazione.
Si provvederà, alla pulizia delle boe di ormeggio e delle mede dalle incrostazioni di mitili, al controllo dell’usura di cavi, giunti e catene con conseguente stesura di un dettagliato rapporto con foto per valutare la necessità  di eventuali interventi di manutenzione.
La cura dei percorsi subacquei è fondamentale per la sicurezza delle immersioni data la scarsa visibilità nella zona

.


Alcuni percorsi subacquei

REGOLAMENTO DI ACCESSO ALLA ZTB
Verrà ripristinato il regolamento di accesso che prevede l'invio di un SMS con la lettera della boa e il numero di subacquei in immersione.


Regolamento di accesso

ATTENZIONE
Per motivi tecnici è stato cambiato il numero di telefono per SMS
Il nuovo numero è:

388-388-3024

DIVULGAZIONE NELLE SCUOLE
Continuerà la divulgazione nelle scuole; l’obiettivo principale è quello di promuovere la conoscenza dell’ambiente “Tegnùe” per tutti: club subacquei, cittadini interessati, turisti, ma soprattutto per i ragazzi nelle scuole. E’ in programma un nuovo testo da affiancare a quello per bambini da distribuire nelle scuole di grado superiore e ai Club Subacquei
Gli incontri vengono tarati sulla base dell’età degli ascoltatori e del loro background. Ad ogni classe incontrata vengono lasciati poster rappresentativi dei vari ambienti delle Tegnùe, adesivi con il logo dell’Associazione Tegnùe di Chioggia, depliant divulgativi.
L'obiettivo di tale lavoro è quello di approfondire la conoscenza di un ambiente marino così vicino a noi, ma così poco conosciuto,  attraverso un'informazione  che ha l'intento di destare curiosità e responsabilità per l'ambiente in genere e per le Tegnùe in particolare. Ci rivolgiamo agli alunni delle scuole, convinti che la sensibilità per l'ambiente debba essere un cardine dei nuovi programmi ed un obiettivo scolastico fondamentale, mirato a  formare cittadini consapevoli e partecipi.
Per questo progetto abbiamo avuto un contributo economico dalla Fondazione Clodiense e dalla Banca di Credito Cooperativo di Piove di Sacco che ringraziamo.


Kit divulgazione alle scuole di primo grado


Quaderno di Biologia - Tegnue di Chioggia per Club Subacquei
 Associazioni Culturali - Scuole di grado superiore - Diving

ALTRE
Saremo partecipi in altre attività che stiamo definendo in accordo con il Comune di Chioggia quali: manifestazioni pubbliche, Fiere, DVD scientifico, concorsi video e fotografici.

INVIO
Vi invitiamo fin d'ora a segnalare il vostro interesse per attività sopra esposte indipendentemente dal Club Subacqueo o Federazione di appartenenza, inviando un curriculum dettagliato al nostro indirizzo:

tegnue@tegnue.it

Sarà data precedenza per le attività di "Tegnue Advanced Diver" ai già brevettati "Tegnue Expert Diver", a subacquei di comprovata esperienza sulle Tegnùe di Chioggia e ai possessori di brevetto Nitrox

MANIFESTAZIONI
Anche quest’anno è stato ricco di manifestazioni e convegni che hanno permesso all’Associazione di continuare a promuovere la conoscenza delle Tegnùe di Chioggia; vi elenco i più importanti:

  • Serata video al Gruppo Sommozzatori Monselice – febbraio 2010
  • Serata video al circolo culturale Convivium Padova  - febbraio 2010.
  • Serata al Club subacqueo Aquaclub Nautilus “Profondo blu 16” – Cittadella (Pd) – maggio 2010           
  • Serata video alla Biblioteca Civica di Arzignano (Vi) – maggio 2010
  • Serata video al Club micologico “Saccardo Padova – giugno 2010
  • Master Universitario a Pineto Teramo per illustrare la realtà di Chioggia – giugno 2010
  • Convegno CIUDAD per la provincia di Venezia con rappresentati della Moldavia e Georgia – Venezia – luglio 2010
  • Convegno a Bibione “Turismo naturalistico ecocompatibile” – agosto 2010
  • Partecipazione alla Fiera del tempo libero a Padova – ottobre 2010

 Un capitolo a parte merita la proposta di riconoscimento delle Tegnùe di Chioggia come patrimonio dell’UNESCO. Nel nostro sito trovate tutti gli interventi in streaming video, interessanti per i contenuti storici, biologici e geologici.

Proprio in questi giorni abbiamo ricevuto l’invito a partecipare ad un tavolo di lavoro alla sede UNESCO a Venezia con l’intento di  allargare il Patrimonio delle Tegnùe a Venezia e alla sua Laguna considerato che già la città di Chioggia ne fa parte.

CONCLUSA LA RICERCA TRIENNALE SULLA STORIA DELLA PESCA
Grande risalto ha avuta questa importante ricerca che è stata pubblicata sulla stampa e su siti nazionali e internazionali
http://tinyurl.com/3yjjxyx
La ricerca sulla storia della pesca condotta dai dottori Tomaso Fortibuoni e Sasa Raicevich promossa dalla nostra Associazione, finanziata dalla Regione Veneto e sviluppata dall’ISPRA Stazione di Chioggia ha portato alla pubblicazione del libro “Un altro Mare” che espone  le interazioni tra uomo ed ambiente nel Mediterraneo dall’Epoca Romana al XIX secolo: una visione storica ed ecologica delle attività di pesca”.
Il testo è accompagnato da un DVD che raccoglie interviste a pescatori anziani, conoscenze ecologiche tradizionali, che permettono di ricostruire i cambiamenti intercorsi nelle marinerie e nelle catture dal dopoguerra in poi.

TESSERAMENTO
Abbiamo allegato un bollettino postale per il rinnovo della quota associativa per l’anno 2011, mantenendo la quota associativa minima a €. 15,00 (quindici)
. Abbiamo predisposto delle nuove tessere personalizzate ed eliminato il bollino per rendere più veloce la consegna ai nuovi soci.
Riteniamo opportuno esentare dal pagamento per il nuovo annuo chi si è associato dopo il 30 settembre 2010.

Vi ricordiamo le coordinate postali e bancarie:

* Coordinate Postali: C/C postale N°47578539 intestato a - Associazione “Tegnùe di Chioggia” – onlus.

Coordinate Bancarie: IBAN  IT 41 N 08728 20901 000000117420

* Nel caso di pagamento via C/C postale l’eventuale causale deve essere scritta sul fronte del bollettino, non sul retro, perche il retro non viene trasmesso.

DVD e LIBRI
E’ ancora disponibile  a tutti i soci che rinnovano la quota associativa (€15,00) con una piccola donazione aggiuntiva (€.10,00) sarà inviato assieme alla tessera 2011 il DVD in un elegante cofanetto “Il mare di Chioggia: ieri e oggi” con i più significativi video su Chioggia e le sue Tegnùe. E’ stato inserito nel DVD il famoso documentario di Giovanni Comisso “Gente di Chioggia” del 1942
E’ disponibile il nuovo libro di biologia marina “Meraviglie delle Tegnùe” con una donazione di €. 20,00 (+5 per spese di spedizione)
Il libro “Le Tegnùe il mio Mondo” è sempre disponibile con una donazione di €. 25,00 (+ €. 5,00 per spese di spedizione).Suggerisco a tutti di farne dono agli amici amanti del mare e della fotografia. 

Desidero infine ringraziare tutti indistintamente per il grande impegno dimostrato: da tutto lo staff, al Consiglio Direttivo, al Collegio dei Sindaci, al Comitato Tecnico e primi tra tutti: i soci , senza il loro aiuto ora non potremmo continuare la nostra opera.
Abbiamo lavorato per tanti anni con estrema economia e parsimonia, in perfetta armonia, ora i cambiati equilibri hanno portato ad effetti non sempre positivi; continueremo comunque ad impegnarci.
Ci aspetta un nuovo anno ricco di ambiziosi traguardi che spero diano grandi soddisfazioni a tutti.

 
   
 
 
Associazione Tegnùe di Chioggia, onlus - Palazzo Morari - 30015 - Chioggia (Ve), Italy